Come gestire gli allarmi videosorveglianza il-skit-01

In questo video vedremo come si gestiscono gli allarmi dei sensori antifurto e di fumo, come si configurano le notifiche via mail degli allarmi generati dai sensori e dal rilevamento di movimento della telecamera.
Acquisizione dei sensori

Testo del video
In questa seconda parte vedremo come si eseguono gli inserimenti e i disinserimenti dell’allarma, l’invio delle notifiche via mail e l’allarme sul rilevamento del movimento. Se non avete visto la prima parte del tutorial, potrete trovare il link nella descrizione del video.

Inserimento antifurto

Con il tasto sorveglianza possiamo attivare e disattivare l’allarme; la comparsa di questa icona blu indica che l’allarme è inserito. Vediamo cosa succede se apro il contatto magnetico. Questo che sentite è il suono emesso dallo smartphone. Sotto la sirena potete vedere il nome del sensore che ha generato l’allarme e sopra apparirà l’immagine inviata dalla telecamera.
Con il tasto X potete fermare l’allarme o con il tasto freccia potete vedere cosa sta registrazione la telecamera. Come vedete è stata attivata la registrazione. Torniamo in dietro e disinseriamo l’allarme.

Nelle notifiche possiamo visionare i dettagli dell’allarme che abbiamo generato con il contatto magnetico. Il sensore di fumo rispetto agli altri sensori è sempre abilitato a generare allarmi. Infatti ad allarme disinserito, se premo il tasto rosso che invia un segnale wireless di allarme, l’applicazione ci avvisa immediatamente. Nelle notifiche troveremo anche l’allarme del sensore di fumo.
Per eliminare tutte le notifiche premete l’icona del cestino, per eliminare una sola notifica , tenete il dito sulla notifica per un secondo e vedrete apparire la conferma di cancellazione.

Notifiche allarmi via e-mail e motion detection

Ora vediamo come impostare la notifica degli allarmi anche tramite mail. Sempre nelle impostazioni scegliamo la voce “Impostazioni dell’allarme” e poi “Casella postale per allarme“. Qui potete sceglie dei server di posta preconfigurati. Per Gmail, per esempio, è sufficiente inserire il vostro indirizzo e la password, i parametri del server SMTP li prenderà in automatico. Gmail considera questa applicazione meno sicura, per cui per riuscire a utilizzare Gmail dovrete modificare le impostazioni di sicurezza dell’account. Comunque, dopo un tentativo di invio, verrete avvisati tramite mail se necessita questa configurazione.

Io ho utilizzato il server di libero perché permette di inviare mail anche con App meno sicure senza apportare modifiche. La porta utilizzata è quella per SSL che è meno recente di TLS. Il nome del server è smtp.libero.it. Sia nel campo destinatario che nel campo mittente inserite il vostro indirizzo, non è necessario che siano diversi. Torniamo in “Impostazioni dell’allarme” e abilitiamo il rilevamento del movimento. Qui potete anche modificare la sensibilità del rilevamento. Per provare il rilevamento, inserite l’allarme e fatevi riprendere dalla telecamera. L’allarme si è attivato, possiamo chiuderlo dal pallino rosso con la X.

Nelle notifiche possiamo vedere i movimenti rilevati dalla telecamera. Li riconosciamo dalla voce “Categoria” nel dettaglio della notifica. Nelle immagini troviamo le registrazioni fatte dagli allarmi e da noi premendo le apposite icone.

Add comment

Consulenza gratuita

Consulenza gratuita per gli iscritti ai canali Youtube:
Informatica
Antifurti
Esponi la problematica in un commento del canale e se è necessario concorda l'orario per una chiamata Skype